Wearit, il giornale L’Adige racconta la vittoria allo Spin Accelerator Italy

Il giornale trentino L’Adige racconta la vittoria della partecipata di M31 WearIt allo Spin Accelerator Italy.

«Wearit è nata nel 2014 come spin-off di M31 Italia, una holding sorta come incubatore di imprese in ambito universitario a Padova. Wearit è una start up totalmente under 40. Il management è composto da Carlo Bianchi, vicentino, direttore, product manager, Giorgio Gatto, padovano, responsabile dello sviluppo software e dei progetti tecnici avanzati, Jacopo Vigna, di Modena, ingegnere meccanico, già startupper, responsabile del marketing digitale e dello sviluppo commerciale, e Giorga De Bortoli, l’ultimo «acquisto», veneta, una laurea in matematica e sviluppatrice di algoritmi».

«Nei giorni scorsi il progetto, che ha vinto il primo premio alla prima edizione dello Spin Accelerator Italy (promosso da Università di Trento, Trentino Sviluppo e dalla società di innovazione sportiva Hype Sport), è stato presentato a investitori e media a Roma, al Centro di preparazione olimpica del Coni. Il 14 giugno sarà illustrato invece a Mosca, nell’ambito dei mondiali di calcio di Russia 2018. L’ambizione futura – anticipa Bianchi – è di estendere il progetto alla montagna estiva, in particolare a mountain bike e downhill.»

 

 

 

SCROLL